Quante volte ti sei chiesto qual è il miglior modo per cuocere le castagne in casa? Se almeno una volta hai avuto questo dubbio o se proprio non ti va giù il modo in cui le cucinano i tuoi amici e parenti, sei nel posto giusto!

Dopo aver cercato informazioni e testato ogni singola modalità di cottura, abbiamo deciso di individuare solo i migliori 3 modi per cuocere le castagne.

Prepararsi a cuocere le castagne

Incisione

Prassi comune quanto fondamentale per un’ottima riuscita della cottura delle castagne è data dall’incisione. Praticare un taglio orizzontale sulla parte bombata dal frutto (2-3 cm) è infatti importantissimo per aiutarci a sbucciarlo una volta cotto. Attenzione però: il taglio deve incidere perfettamente solo la buccia, cercando di non intaccare (se possibile) la polpa. Per riuscirci, puoi usare un coltello appuntito o un apposito “taglia castagne”.

L’ammollo

Prima o durante la cottura, è ormai opinione diffusa che bagnare le castagne aiuti di molto a sbucciare il frutto cotto. Alcuni preferiscono mettere in ammollo le castagne per 30 minuti o più prima di cuocerle, altri preferiscono schizzare l’acqua su di esse con la mano mentre sono in cottura. In entrambi i casi, bagnarle aiuta ad ammorbidirne la buccia, facilitandone l’apertura.

Cuocere le castagne in padella

Particolarmente indicata per cuocere le castagne è la padella forata, utilizzabile anche sul fornello di casa oltre che nel camino o sul barbecue. Esistono anche quelle doppie che si chiudono tra loro, che rendono ancora più facile mescolarle. La cottura ideale si aggira intorno ai 25/30 minuti a fuoco moderato, girandole frequentemente per evitare di farle bruciare.

È possibile cuocere le castagne anche su una padella senza buchi, avendo però cura di distribuirle accuratamente creando un solo strato, senza accavallarle. Un coperchio e una fiamma moderata per 30/35 minuti garantiscono una cottura ottimale.

Cuocere le castagne al forno

Un secondo modo per cuocere le castagne è quello del forno. Appoggia un foglio di carta da forno bagnato sulla placca da forno e strizzalo, creando un unico strato di castagne. Cuocile a 200° per circa 25-30 minuti per gustare questo favoloso frutto autunnale.

Cuocere le castagne nel microonde

Infine, se disponi di poco tempo ma non vuoi rinunciare ad un dopocena a base di castagne e vino, puoi provare con la cottura nel microonde. Cuocendole a 750W di potenza per 5 minuti potrai salvare la tua serata.

Alcune varianti

Molto diffusa nelle cucine italiane è la cucina delle castagne con l’utilizzo del sale. 3 cm di sale grosso scaldato, infatti, assumono la funzione di brace dandogli un sapore molto simile a quelle cotte sul fuoco.

Alcuni, invece, preferiscono una cottura normale ma con una spruzzata di cannella e un cucchiaino di burro fuso alla fine.

Quale che sia il metodo da te scelto, l’importante è che, una volta cotte, riponi le tue castagne in un canovaccio umido facendo una leggera pressione. Questo ne migliorerà l’apertura e il pasto. Ah, non dimenticare di servirle calde!

E a te, come piacere cuocere le castagne? Scrivicelo nei commenti!